scarica il rapporto

Resoconto del dibattito “Le Riforme dopo la Brexit” con Realfonzo, Visco e altri economisti


Mappa non disponibile

Data / Ora
Date(s) - 09/09/2016 - 09/11/2016
21:30 - 23:30

Luogo
Maratea

Categorie


MARATEA – Sì è svolto venerdì 9 Settembre alle 21:30 nella Villa Nitti di Maratea un dibattito pubblico sul tema delle riforme di cui avrebbe bisogno l’Europa dopo la Brexit. L’incontro è stato  organizzato nell’ambito della MADEurope summer school promossa dal Comune di Maratea e dalla Regione Basilicata, con il patrocinio autorevole della Scuola di Governo del Territorio in programma da giovedì 8 a domenica 11 Settembre.

All’incontro hanno parteciperanno i prestigiosi economisti, che hanno tenuto le lezioni, moderati da Riccardo Realfonzo, direttore scientifico della Summer School, noto economista e docente universitario, direttore scientifico e didattico della Scuola di Governo del Territorio, fondatore della rivista economiaepolitica.it.
Erano presenti all’incontro Domenico Cipolla, sindaco di Maratea, e Mario Polese, consigliere regionale. Dopo i saluti istituzionali subito la parola è andata all’ex-Ministro Vincenzo Visco, ordinario di Scienza delle Finanze presso l’Università La Sapienza di Roma e ministro delle finanze e del tesoro dal 1996 al 2000, e dal 2000 al 2001, oltre che vice ministro dell’economia dal 2006 al 2008, che ha offerto una panoramica generale sulla Brexit tra cause e future possibili conseguenze.

Riprendendo una delle ultime dichiarazioni di Draghi, Emiliano Brancaccio, docente di politica economica ed editorialista de “L’Espresso”, ha detto: <<Deficit di “pianificazione”, è anche per questo se ci troviamo sul precipizio della crisi economica europea>>.
Per Adriano Giannola, Presidente della SVIMEZ, <<Il mezzogiorno d’Italia fu sacrificato per permettere l’entrata nell’unione monetaria>>. <<In Europa accade qualcosa di schizofrenico – ha sostenuto Antonella Stirati, professore ordinario di economia politica presso l’Università di Roma Tre e animatrice del centro studi Piero Sraffa – la Banca Centrale Europea si preoccupa della deflazione, ma la politica economica europea, con documenti ufficiali, chiede agli Stati membri proprio la deflazione>>.
Gianfranco Viesti, editorialista ed autorevole economista dell’Università di Bari, ha ammonito <<Chi vuole l’Europa non può accettare la situazione attuale perché l’Europa così come è si rompe, non funziona, non è amata dai cittadini europei. I gravi squilibri europei, già presenti ed esplosi con la crisi del 2008, non si risolvono. Non si risolvono gli squilibri tra i paesi. Non si risolve la disoccupazione>>. Il dibattito è stato molto serrato, idee diverse e posizioni anche distanti ma con un punto in comune: l’Europa così come è non funziona.


9 settembre 2016

LA SCUOLA

La Scuola di Governo del Territorio si propone di elaborare ricerche, promuovere un workshop annuale, dibattiti e seminari, nonché organizzare Corsi di Alta Formazione, Master e Corsi Universitari.

INFO

Scuola di Governo del Territorio
• Via S.Aspreno, 2 - 80133 Napoli
• P.IVA 05810980630

CONTATTI

segreteria@scuolagovernoterritorio.it
0814109140 - 0817607233 (tel)
0815520181 (fax)

Su